Posts Tagged 'vitamina d'

TERAPIA DELL’IPERPARATIROIDISMO PRIMARIO ASINTOMATICO

TERAPIA DELL’IPERPARATIROIDISMO PRIMARIO ASINTOMATICO

Autore: Dott. Andrioli Massimiliano

La terapia dell’iperparatiroidismo primario asintomatico trova delle precise indicazioni nell’ultima consensus internazionale sull’argomento.

L’iperparatiroidismo primario (PHPT) è una patologia causata da un’eccessiva secrezione di paratormone (PTH) da parte di una o più paratiroidi che determina un’alterazione del metabolismo fosfo-calcico caratterizzata solitamente da ipercalcemia e da livelli plasmatici di PTH inappropriatamente normali o elevati. Ultimamente, tuttavia, è stata riconosciuta una nuova forma di PHPT, denominata iperparatiroidismo normocalcemico, ...

Continua →

TERAPIA DELLA OSTEOPOROSI

TERAPIA DELLA OSTEOPOROSI

Autore: Dott. Zini Michele

Il trattamento farmacologico della osteoporosi richiede prima di tutto che venga fornita una risposta a due domande-base: 1) quali sono i pazienti che hanno necessità della terapia? 2) quali sono i farmaci di validata efficacia per questa patologia?

1) Quali pazienti hanno bisogno dei farmaci per la osteoporosi?
La risposta a questa prima domanda si ottiene valutando in modo combinato due elementi fondamentali:
–    profilo di rischio individuale;
–    entità della perdita dei tessuto ...

Continua →

CARENZA VITAMINA D (IPOVITAMINOSI D)

CARENZA VITAMINA D (IPOVITAMINOSI D)

Autore: Dott. Andrioli Massimiliano

METABOLISMO
Con il termine vitamina D si intendono alcune sostanze (secosteroidi) in grado di regolare il metabolismo minerale osseo e del calcio (Ca).
Esistono due forme di vitamina D che, pur differendo minimamente per la loro struttura chimica, hanno un metabolismo è molto simile:
–    vitamina D3 o colecalciferolo: contenuta in piccola quantità in prodotti di origine animale ma per la maggior parte è prodotta nella cute umana dopo irradazione ultravioletta (UVB con lunghezza ...

Continua →

OSTEOPOROSI

OSTEOPOROSI

Autore: Dott.ssa Bianchi Maria Luisa

Osteoporosi significa porosità dell’osso, e la prima descrizione conosciuta di questa malattia risale addirittura ad un papiro egizio di 5.000 anni fa. Sostanzialmente nell’osteoporosi, le ossa hanno un contenuto anormalmente basso di minerali (essenzialmente, sali di calcio).
Questa alterazione della composizione provoca un indebolimento della loro struttura interna che le rende più leggere e più fragili. La parte interna delle ossa (cioè, l’osso trabecolare o spugnoso) è interessata per prima e in misura maggiore: ...

Continua →