Argomenti

COMPOSIZIONE CORPOREA

COMPOSIZIONE CORPOREA

Autore: Dott.ssa Dongiovanni Simona

La conoscenza del peso corporeo e della propria composizione corporea è una condizione fondamentale per stabilire il fabbisogno energetico ed i nutrienti necessari per ciascun individuo. In questo modo si può valutare con attenzione lo stato nutrizionale e di salute dell’individuo ed elaborare un piano dietetico personalizzato.
Il peso corporeo è l’insieme di singoli componenti dell’organismo umano: massa grassa, formata da grasso sottocutaneo e quello intorno agli organi interni, e massa magra,  costituita dai muscoli, dalle ossa e dai liquidi intra ed extra cellulari.
La valutazione e l’identificazione di massa magra e massa grassa può essere effettuata tramite uno strumento scientifico altamente preciso, la Bioimpedenziometria (BIA).
Nella ricerca del peso ideale è necessario tenere conto di un insieme di caratteristiche morfologiche variabili da persona a persona, influenzate da diversi fattori genetici, ambientali e nutrizionali.
Nella valutazione antropometrica risultano importanti, il peso e l’altezza che ci permettono di valutare il BMI (Body Mass Index). In un adulto sano il BMI deve essere compreso tra 18,5 – 24,9.
Durante la valutazione antropometrica risulta importante conoscere anche la circonferenza vita . Una circonferenza vita elevata è indice di aumentato rischio cardiovascolare. E’ presente un elevato rischio cardiovascolare in caso di circonferenza vita > 88 cm (donne) o circonferenza vita > 102 cm (uomini).
La prevenzione primaria rappresenta la strategia di intervento più importante per la salute del singolo e della collettività. Alimentarsi in modo sano e corretto e praticare moderata attività fisica non solo rappresentano una prevenzione primaria, ma sono un binomio perfetto, contribuendo ad un equilibrato benessere, fisico e mentale.
In un piano dietetico personalizzato, l’alimentazione equilibrata e sana, riveste un ruolo fondamentale. Il fabbisogno alimentare è dato dai diversi nutrienti contenuti negli alimenti:
-         Lipidi (grassi) svolgono attività energetica e di riserva dell’energia;
-     Proteine, essenzialmente deputate all’attività di accresciemnto, ripristino e di manetnimento dell’integrità strutturale;
-          Glucidi o carboidrati (zuccheri) sono essenzialmente la prima fonte di energia;
-          Vitamine;
-          Minerali;
-          Acqua;
Anche le fibra alimentari svolgono un ruolo molto importante. Sebbene non siano considerata un nutriente, rappresentano un componente essenziale, presente in molto alimenti (frutta, verdura, legumi, cereali). La fibra contribuisce al ripristino dell’equilibrio della flora batterica intestinale. Potenziare la flora intestinale, inoltre, significa anche rinforzare le difese immunitarie e dar luogo alla formazione di alcune vitamine che si formano proprio nell’intestino.
Fattori genetici, ambientali, cattive abitudini alimentari a tavola, stile di vita non sano, come la sedentarietà, possono essere alla base di squilibri fisici e mentali, potenziali concause di alterazioni metaboliche quali, ad esempio, l’insulino-resistenza, l’ipertensione e le dislipidemia.
Migliorare la propria alimentazione a tavola, scegliendo i cibi giusti con maggiore consapevolezza, consumare gli alimenti nelle giuste quantità e scegliere la qualità può fare la differenza. Preferire cotture leggere e condimenti sani. Cautela con il sale, evitare ricette troppo “saporite”. Il sale, è il nemico numero uno delle arterie. Abusarne significa aumentare il rischio di insorgenza di ipertensione e malattie cardiovascolari. Pertanto, usare il sale nella giusta quantità e limitarlo o eliminarlo del tutto in alcune patologie accertate può essere auspicabile se non strettamente necessario. Il sale può essere sostituito con spezie naturali; la scelta è davvero ampia, dal basilico all’ origano, dalla menta al timo, dalla salvia al rosmarino. Infine, usare l’olio extra vergine di oliva nella giusta quantità, significa scegliere un prodotto naturale eccellente della Dieta Mediterranea, ricco di sostanze nutrizionali con effetti positivi sulla salute.
Un’alimentazione equilibrata sia in senso quantitativa che qualitativo, consiste nel variare la scelta a tavola di tutti i gruppi alimentari durante la settimana. Infine, bere almeno 1-1,5 litri di acqua al giorno, idratare l’organismo e la pelle, cambiare stile di vita, fare moderata attività fisica sono alla base del vivere meglio.

Dott.ssa Dongiovanni Simona 

 

 

 

You must be logged in to post a comment.